I 3 progetti toscani finanziati dal PNRR protagonisti a Urbanpromo

Home
Lunigiana Versilia-Apuane Garfagnana Lucchesia Val Di Nievole-Val D'Arno Firenze-Prato-Pistoia Mugello Piana Livorno Pisa Pontedera Val D'Elsa Chianti Val D'Arno Superiore Casentino-Val Tiberina Val Di Cecina Colline Di Siena Arezzo-Val Di Chiana Colline Metallifere-Elba Val D'Orcia-Val D'Asso Maremma Grossetana Amiata Bassa Maremma-Ripini Tufacei
NEWS

In Toscana la conferenza di cartografia

Tre appuntamenti preparatori in vista della conferenza internazionale che torna in Italia dopo 50 anni


NEWS

Rigenerazione urbana, 45 milioni per tre progetti toscani

Grazie alle risorse del Ministero, ci saranno circa 50 interventi in 26 Comuni


FOCUS

I primi 5 anni dell'Osservatorio del Paesaggio

Il libro che raccoglie i bilanci e le prospettive future del paesaggio in Toscana


angle-left I 3 progetti toscani finanziati dal PNRR protagonisti a Urbanpromo
News
22-nov-2021

I 3 progetti toscani finanziati dal PNRR protagonisti a Urbanpromo

All'iniziativa hanno partecipato gli assessori Serena Spinelli e Stefano Baccelli

Le azioni di rigenerazione urbana possono dare nuova linfa alle nostre città. I tre progetti finanziati con fondi del Pnrr nell’ambito del Programma Innovativo Nazionale per la Qualità dell’Abitare (PinQua) saranno per la Toscana una possibile avanguardia virtuosa". 
Lo hanno detto l’assessora regionale alle politiche sociali e alla casa Serena Spinelli e l’assessore al governo del territorio Stefano Baccelli intervenendo al convegno sui Pinqua nell’ambito dell’evento “Urbanpromo – Progetti per il paese” in corso a Milano. 

L’assessora ha illustrato finalità e caratteristiche dei tre progetti toscani che sono stati ammessi ai finanziamenti e che riceveranno complessivamente 45 milioni di euro
Si tratta dei progetti denominati: “C.A.S.C.I.N.A.” del Comune di Cascina, “Abitare la Valle del Serchio” proposto dalle Unioni dei Comuni della Garfagnana e della Media Valle del Serchio, “Nuove Ca.se” dei Comuni di Calenzano e Sesto Fiorentino. 
Tutti e tre i progetti, presentati dalla Regione Toscana, si sono classificati tra le proposte ammesse al finanziamento nazionale, in posizione utile ad essere finanziati ed avviati già in prima fase. 
Si tratta – ha spiegato Serena Spinelli – di interventi che puntano alla rigenerazione urbana attraverso la riqualificazione degli spazi urbani e la creazione di servizi, riducendo l’impiego di nuovo suolo. I progetti mirano anche a favorire le relazioni, la vita di comunità, la coesione sociale. Si tratta di una grande opportunità per i territori coinvolti, che tende a coniugare qualità degli spazi urbani, contrasto al disagio abitativo, sostenibilità". 
Per Baccelli “l’importanza di questi progetti sta nel loro valore individuale, ma anche in quello che rappresentano: ovvero la strada che vogliamo imboccare  e che punta alla rigenerazione, riqualificazione, valorizzazione del tessuto del territorio. Tutto questo non può che partire dalle idee che le amministrazioni comunali che hanno il governo del territorio propongono rispetto alle nuove funzioni, alla linfa vitale rispetto all'idea di sviluppo, mobilità, residenza, sviluppo turistico e economico. Quindi partire dalle idee è il passaggio corretto, la strada maestra per contribuire a rendere ancora più bella questa splendida regione”.


Ma vediamo in sintesi i contenuti dei tre progetti finanziati: 

Progetto “C.A.S.C.I.N.A. - Comunità d’Area e Servizi di Cooperazione Intercomunale per un Nuovo Abitare” riferito agli ambiti territoriali dei Comuni di Cascina, Crespina-Lorenzana, Lari-Casciana Terme, Vicopisano, Calcinaia e San Giuliano Terme. 
Una strategia di intervento coordinata tra 6 Comuni della provincia di Pisa, per una popolazione complessiva coinvolta superiore a 100 mila abitanti. La proposta progettuale prevede, a partire da una rifunzionalizzazione degli immobili di proprietà del Comune di Cascina e di una nuova costruzione (da realizzarsi in area comunale di atterraggio dei volumi derivanti dalla demolizione di una scuola), lo sviluppo di nuove forme di welfare per l’autonomia abitativa. 

Progetto “Abitare la Valle del Serchio” , Comuni di Bagni di Lucca, Barga, Borgo a Mozzano, Camporgiano, Careggine, Castelnuovo di Garfagnana, Castiglione di Garfagnana, Coreglia Antelminelli, Fabbriche di Vergemoli, Gallicano, Minucciano, Molazzana, Pescaglia, Piazza al Serchio, Pieve Fosciana, San Romano in Garfagnana, Sillano Giuncugnano, Villa Collemandina. 
Il progetto, inserito nel contesto territoriale della provincia di Lucca, coinvolge 19 Comuni, 2 Unioni dei Comuni (Garfagnana e Media Valle del Serchio) e circa 84 mila residenti, su un ampio territorio (881,27 km2). La peculiarità della proposta è la presentazione di un progetto unitario per l’intera valle, in cui gli interventi previsti costituiscono un sistema omogeneo, integrati in una rete e sostenuti da una politica di vallata che agisce quale suo fine principale sull’accesso, sulla prossimità e sulla qualità dei servizi essenziali per la popolazione. 

Progetto “Nuove CA.SE. Qualità dell'abitare e della coesione sociale”. 
“CA.SE.” è la crasi dei nomi dei due Comuni coinvolti in questo progetto, Calenzano e Sesto Fiorentino, popolosa area di circa 70 mila abitanti alle porte di Firenze, integrata e connessa per quanto riguarda le funzioni sociali, culturali, produttive, abitative. Gli interventi tenderanno a ridare protagonismo ai due centri cittadini, ridefinendo nuove funzioni per la comunità.

Focus
Coronavirus, ripartire da agricoltura tradizionale
Focus

Coronavirus, ripartire da agricoltura tradizionale

Più contagi dove sono presenti sistemi intensivi. Ecco lo studio dell’Università di Firenze

Eventi
Ferro-Ciclovie della Val d’Orcia, al via un ciclo di incontri
Eventi

Ferro-Ciclovie della Val d’Orcia, al via un ciclo di incontri

Si terranno a San Giovanni d'Asso, Castelnuovo Berardenga e Civitella Paganico