eventi
Eventi

Partecipazione, sfide e prospettive per il governo del territorio

A Firenze un focus sulla legge regionale 65 del 2014. Ambiente, paesaggio e urbanistica: in Toscana la pianificazione è regolata da un metodo democratico e partecipativo


La partecipazione prima di tutto. Per raccontare un'esperienza iniziata più di tre anni fa e che troverà la sua prima declinazione concreta in questo 2020, Regione Toscana (con il Garante regionale per l'informazione e la partecipazione) ha organizzato in collaborazione con la Fondazione Formazione Forense di Fire e la Rete toscana delle professioni tecniche il convegno "La partecipazione nella legge regionale 65/2014: sfide e prospettive per il governo del territorio, l'ambiente e il paesaggio". L'appuntamento è in programma mercoledì 5 febbraio nella Sala Pegaso del Palazzo Strozzi Sacrati (Piazza Duomo, Firenze, dalle 9.30 13).

Al convegno - che vale per i crediti formativi destinati ad avvocati, architetti e geometri (ciascun ordine riconosce 3 crediti) - parteciperanno l'assessore regionale della Toscana alle infrastrutture Vincenzo Ceccarelli, Andrea Grazzini (Fondazione formazione forense), Marcello Cecchetti (Università di Sassari), Francesca De Santis (garante regionale), Daniela Poli (Università di Firenze), Enrico Becattini e Domenico Scascia (dirigenti Regione Toscana), Francesco Caporaso (Comune di Prato) e Alessandro Jaff (Ordine architetti di Firenze).

Nel corso della tavola rotonda, quattro relatori racconteranno l'impatto di altrettanti piani paesaggistici: dalle cave alle leopoldine, da quello urbanistico di Prato fino ai piani attuativi comunali.

Info
Pagina web Garante