news
News

Nove milioni per la salvaguardia delle foreste

La Toscana investe risorse per attività di gestione, maestranze forestali e antincendio boschivo

 

Realizzare investimenti, garantire le attività di gestione, contribuire alle spese per l’antincendio boschivo. È a questo che serviranno i 9 milioni di euro stanziati dalla giunta regionale per la salvaguardia del nostro patrimonio forestale su proposta dell'assessore regionale all'agricoltura, Marco Remaschi.

«È un intervento significativo - ha commentato l'assessore - per proteggere, mantenere e gestire un patrimonio straordinario: ricordiamo che oltre il 50% del territorio regionale è fatto di boschi e foreste».

La tranche più cospicua (6 milioni) servirà per far fronte all’impegno delle maestranze forestali in carico agli Enti Delegati (Unioni Comuni e Comuni) ai quali è affidata la gestione del patrimonio agro-forestale regionale.

Un milione di euro servirà a coprire varie spese relative alle attività di antincendio boschivo, 1,6 mln di euro sarà destinato alle strutture che collaborano, in forma convenzionale, con Regione Toscana per la salvaguardia del patrimonio forestale: si tratta del Coordinamento del Volontariato Toscana, che riveste un ruolo essenziale nella lotta attiva agli incendi boschivi con le oltre 4.000 unità ripartite nelle molte associazioni che hanno sede in tutto il territorio regionale, il Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco per le attività di coordinamento nella lotta attiva agli incendi e i Carabinieri Forestale per tutte le attività che Regione Toscana intende rafforzare ed intensificare nelle fasi di controllo e monitoraggio del patrimonio forestale e naturale.

Le restanti risorse sono poi destinate ad attività di valorizzazione ambientale svolte sempre tramite gli enti delegati ed al rafforzamento delle azioni per il Segretariato Mediterraneo delle Foreste Modello di cui la Regione è titolare fino al 2024.