news
News
16-feb-2021

Innovazione urbana, la rinascita delle periferie

Dalla viabilità green alle attività sociali, via libera ai nuovi interventi a Pisa e Lucca


Migliorare la qualità dell’aria, ma anche le relazioni sociali. Incentivare la mobilità green e decongestionare la viabilità. Sono alcuni degli effetti dei potenziamenti dei progetti per l’innovazione urbana (da qui l’acronimo PIU) che diventeranno realtà entro la fine del prossimo anno a Pisa e Lucca. Regione Toscana e Comuni hanno implementato gli interventi con importanti risorse derivanti sia dalle economie realizzate dagli enti sui precedenti Piu, sia dalla utilizzando la cosiddetta 'riserva di efficacia' del POR FESR, una sorta di premio per le amministrazioni virtuose, come la Toscana, che sono state capaci di raggiungere in tempo e rendicontare i target intermedi dei progetti precedentemente approvati e finanziati. La  decisione è stata resa nel corso dei collegi di vigilanza a cui hanno partecipato l’assessore regionale all’Urbanistica, Stefano Baccelli, e i due sindaci delle città interessate.

Tutto entro la fine del 2022

“È una  riqualificazione di ottima qualità, con tempi di realizzazione dei lavori adeguati”, ha commentato l’assessore. Finanziati con risorse della programmazione POR Fesr 2014-20, gli interventi risulteranno comunque ammessi purché realizzati, rendicontati e collaudati entro il 31 dicembre 2022. Un percorso possibile “grazie anche al metodo di coprogettazzione tipico dei Piu della Regione Toscana, che prevede meccanismi di partecipazione, periodico confronto e monitoraggio ed ha permesso il rispetto dei target intermedi previsti dall'Europa. Da amministratore pubblico - ha aggiunto Baccelli - sono veramente fiero di vedere come la buona gestione delle risorse pubbliche, svolta con rigore nel rispetto dei tempi e delle finalità, possa contribuire al miglioramento della qualità della vita nelle nostre città. La riqualificazione urbana è una grande sfida per il futuro, una sfida imprescindibile. La Regione Toscana crede profondamente nel recupero del patrimonio edilizio ed urbanistico esistente, in questo senso abbiamo lavorato in passato e lavoreremo in futuro, per limitare il consumo di nuovo suolo, innovare e recuperare tutte le aree cittadine, contrastando il degrado anche nelle periferie".  

Lucca, interventi nel quartiere Sant’Anna

L’area interessata dal progetto di innovazione e riorganizzazione coinvolgerà le aree circostanti a piazzale Sforza e via Matteotti, estendendosi lungo viale Puccini e piazzale Boccherini, fino al centro storico. Per migliorare la qualità dell’aria e incentivare la mobilità ciclo-pedonale, il Piu razionalizza la struttura viaria esistente e la connette con l’asse ciclabile principale lungo viale Puccini. Con gli 8.355.000 euro del progetto originale (di cui il contributo POR FESR di 6.450.450 euro) sono stati già cofinanziate la riqualificazione di piazzale Sforza e del suo fabbricato, quella degli impianti sportivi di via Matteotti e la razionalizzazione della viabilità lungo piazzale Boccherini e via Puccini. Altri interventi, relativi al progetti 'Dopo di noi', alla ex sede della Circoscrizione e agli spazi aperti ex distretto, sono ancora in corso.
Grazie alle economie ottenute sugli appalti ed alla 'riserva di efficacia', il Piu di Lucca potrà essere potenziato con la riqualificazione dell'area verde in via Amendola (con un contributo di 382.000 euro), con la realizzazione di una pista ciclopedonale tra via Ferraris e via Matteotti (200.000 euro) e di percorsi ciclabili e pedonali tra via Togliatti e viale Luporini (340.000 euro).

Pisa, dal co-housng per anziani al mercato rionale

Il progetto parte dal quartiere popolare “I Passi” - nato da un percorso unitario Ina-Casa -  il più periferico di Pisa. Lo scopo della riorganizzazione è soprattutto sociale, dalla tutela delle persone fragili, come gli anziani, al miglioramento della mobilità e del potenziamento delle attività sociali e culturali. Saranno aperti una struttura di co-housing per anziani, e servizi connessi, oltre ad un mercato rionale. Previsti inoltre collegamenti ciclo-pedonali per migliorare la qualità dell'aria ed incentivare la mobilità sostenibile.  Con gli 7.966.000 euro del progetto originale (contributo POR FESR 5.889.000 euro) sono stati già cofinanziati il collegamento ciclabile degli impianti pubblici e di pubblica utilità del quartiere con il centro cittadino, la costruzione del co-housing 'Hope' (i cui lavori sono ancora in corso) e la riqualificazione del centro sociale del quartiere con interventi di manutenzione e messa a norma degli impianti, efficientamento energetico, realizzazione di un auditorium e i lavori di completamento di una nuova piazza parzialmente coperta. Grazie alle economie ottenute sugli appalti, il Piu di Pisa sarà potenziato con una ulteriore riqualificazione delle piazze, degli spazi pubblici e delle aree a verde del quartiere I Passi (contributo da 300.328 euro) e un secondo lotto di percorsi ciclopedonali, sempre finalizzati alla connessione con il centro cittadino (299.852 euro).

 

[foto di copertina: Lucca, di Makalu / Pixabay]